Circolare per BONUS €.600,00

Novità urgenti ed opportunità normative del D.L. “Cura Italia”

Indennità di euro 600,00 ai professionisti e lavoratori co.co.co., iscritti alla gestione separata, agli autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago  (artigiani e commercianti), ed indennità ai lavoratori stagionali del turismo. (artt. 27-28-29  del decreto Cura Italia).

 

 

Il Decreto ‘Cura Italia’ previsto dal Governo Conte per far fronte all’emergenza coronavirus statuisce, tra le altre cose, un bonus una tantum di 600 euro da destinare alle partite Iva purché i titolari risultino iscritti alla gestione separata dell’ente previdenziale. Il contributo verrà erogato in una formula secca, 600 euro per il mese di marzo, e andrà richiesto dal sito dell’Inps.

Il suddetto contributo riguarda anche i lavoratori autonomi iscritti all’ Ago Inps   artigiani e commercianti.

 

Richiesta Inps bonus 600 euro partita Iva,

 

 

La procedura per il pagamento, ha argomentato Tridico Presidente dell’Ente di previdenza, sarà semplificata con una sorta di controllo “soglia” simile a quello ideato per il reddito di cittadinanza. Per poter fare domanda, sempre secondo quanto riferito da Tridico, sarà però necessario accedere al portale Inps mediante pin. Si consiglia a tal proposito di attivarsi subito qualora sprovvisti a richiederne il rilascio. Oltre alle credenziali di accesso sarà necessario il pin dispositivo.

 

Entro questa settimana, secondo quanto si apprende sempre da ‘Il Sole 24 Ore’, l’Inps provvederà ad emettere un’apposita circolare per chiarire le modalità operative di richiesta ed effettuazione della domanda.

 

Esclusi pagamento 600 euro da coronavirus:

 

Ulteriori ragguagli ai lavoratori autonomi in conseguenza del coronavirus arrivano per gli esclusi dall’indennità di 600 euro, ovvero i professionisti iscritti alle Casse di previdenza, agli ordini o agli albi professionali. Secondo le ultime indiscrezioni riguardanti l’interpretazione del decreto “Cura Italia”, in particolare dell’art. 44, anche i professionisti iscritti a casse previdenziali a breve potranno richiedere l’erogazione di una indennità attraverso il “reddito di ultima istanza”, ma per le modalità di presentazione della domanda e per l’erogazione dell’indennità stessa occorrerà aspettare le regole che verranno diramate dai Ministeri dell’Economia e del Lavoro nei prossimi 30 giorni.

 

Se siete interessati a richiedere l’ indennità pari a 600,00 per ilmese di marzo, Vi preghiamo di inviare al nostro indirizzo PEC: vincenzo.dipaolo@odcectorreannunziata.it  la presente circolare con la vs. firma nell’incarico di seguito proposto.

 

      Per ulteriori approfondimenti sulle disposizioni normative potete consultare le ns. circolari e le normative sulla sezione NEWS del nostro sito http://dipaolovincenzo.it/ . In merito vi segnaliamo un nostro vademecum per l’emergenza coronavirus alle imprese. Per altre esigenze potete comunque contattarci a mezzo mail o telefono. Siamo tutti operativi allo studio, alcuni in modalità smart working, per esservi di supporto.

Con l’augurio che questa emergenza coronavirus termini quanto prima e che in ogni caso costituisca per l’imprenditore almeno un’occasione per analizzare e conoscere meglio la propria struttura organizzativa, per accelerare il processo di digitalizzazione, nonché per perfezionare, anche tramite l’implementazione delle più opportune policy, la propria reattività rispetto agli eventi imprevisti, vi porgiamo

                                                                                                cordiali saluti

Studio Di Paolo & Partners                                                                                     

 

 

 

Con la presente vi diamo incarico:

 

  • di fornirci consulenza ed assistenza nella richiesta dell’ indennità per il mese di marzo pari a 600,00.

 

 

                                                         Firmato _____________________________